Scritto da Luis Ginocchio Balcàzar
Ex ministro dell'Agricoltura

Lo scorso 12 aprile, nell'auditorium del Governo Regionale, a Iquitos, è stato sviluppato il forum "Intelligenza vegetale e nuovo modello di sviluppo per Loreto". L'evento è stato supportato dalla società locale Lorente Reforest e dalla società di consulenza Maximixe. Di fronte alla grande assistenza pubblica, il governatore regionale, Elisbàn Ochoa Sosa, ha inaugurato il forum evidenziando le difficoltà economiche e sociali che colpiscono il suo popolo e in particolare la capitale regionale, la città più popolosa dell'Amazzonia peruviana.

Il governatore Ochoa ha descritto la crisi che si trova ad affrontare i due principali ruoli produttivi regionali, il petrolio e il legname, che ha causato un deterioramento della qualità della vita della popolazione di Loretana. Ochoa si è rammaricato del fatto che Loreto possa rimanere sola come regione di consumo e raccolta, con infrastrutture di base e produttive limitate. E ha offerto il sostegno della sua gestione a coloro che propongono nuove strade per lo sviluppo regionale.

Lorente, conoscenza e atteggiamento imprenditoriale

Il forum è poi iniziato con la presentazione del ricercatore forestale, Enrique Lorente Pastor, con trent'anni di residenza a Iquitos, uno spagnolo la cui famiglia per cinque generazioni ha lavorato con alberi e altre verdure. Lorente ha accumulato un'esperienza straordinaria e la sua dedizione e il suo linguaggio entusiasta ha suscitato grandi aspettative per realizzare un grande progetto per lo sviluppo economico di Loreto.

Questo è il passo primario per una visione attesa da molti peruviani: conoscenze tecnologiche e competenze imprenditoriali legate alle sementi, primo passo per Iquitos come grande centro di produzione, trasformazione ed esportazione del legno preziosi e i suoi derivati industriali. Una foresta 'dorata' dalla massiccia germinazione di semi di specie di alto valore economico come mogano, cedro, huayruro, mohena, palissandro e shihuahuaco, associato a frutta tropicale e altre verdure. Il tutto senza l'uso di input chimici.

Questo imprenditore e studioso – così identificato con Loreto – ha spiegato i progressi della scienza e della tecnologia intorno al concetto di "intelligenza vegetale", citando Stefano Mancuso (dottore in biofisica, la più alta autorità al mondo sulla neurobiologia vegetale e Professore presso l'Università di Firenze). Lorente ha anche evidenziato i contributi del Dr. Bruce Lipton alla sua ricerca, un esperto in biologia cellulare, che sottolinea l'influenza dell'ambiente con il 95% di peso specifico sul successo o il fallimento degli esseri viventi.

Sappiamo tutti che l'Amazzonia è uno dei polmoni più importanti del pianeta, livellando le temperature e regolando le emissioni di anidride carbonica. Tuttavia, circa 150.000 ettari/anno vengono disboscati in Perù. Ecco perché Lorente propone un ambizioso progetto di rimboschimento – principalmente con specie native amazzoniche – che porterà occupazione per i Loretanos (a partire dalla popolazione dell'autostrada Iquitos-Nauta) e l'atteso ruolo produttivo delle imprese silvicoltura di successo per un paese che ha bisogno di diversificare la sua economia.

Lorente spiega che una volta germinati i semi sono curati fino a quando non diventano piantine che vengono trapiantati nel campo con alti tassi di successo. Oltre al cedro e al mogano (meliaceo) e alle specie sopra elencate, vengono lavorate anche siringhe (gomma), bolaina, capirona, copaiba, cumala, huasa, teak e palisangre. Nella sua tenuta sperimentale "Paraso", situata nel distretto di San Juan Bautista, determina le specie che prosperano nelle zone di alluvione e che non lo fanno.

I "miti" che danneggiano Loreto
1)La terra di Loreto non produce
2)A Loreto non c'è deforestazione
3) L'Amazzonia si rigenera da sola
4)La piccola agricoltura provoca la maggiore deforestazione
5) Sono necessarie maggiori concessioni per far rispolare il settore forestale

Si rivolge favorevolmente come combinando vecchie ricette naturali apprese a casa in lontana Spagna, oltre ai nuovi progressi che acquisisce dalla scienza e dalla tecnologia, Lorente ha accumulato una conoscenza con un alto approccio pratico al enorme sfida di riforestare l'Amazzonia peruviana. Egli stima che non più di 1 milione di alberi vengono prodotti ogni anno tra tutti gli asili forestali in Perù. E che per riforestare 25.000 ettari richiederebbe da 22 a 23 milioni di piantine che generano fino a 50.000 posti di lavoro in due anni.

Conclude Lorente sottolineando l'importanza di un fondo di investimento per realizzare il suo progetto di rimboschimento che viene attuato con il supporto tecnico di Maximixe. "Nessuno vuole aiuti, vogliono lavoro, nella regione potenzialmente più ricca del paese dove sei bambini su dieci sono malnutriti."

Il forum

Alvarez, Presidente di Maximixe, consulente strategico e banchiere d'investimento con il tema "Competitività regionale e sviluppo di cluster agroforestali a Loreto" ha partecipato al forum. Nella sua presentazione Chavez Alvarez ha fatto affidamento sul fatto che il Perù è il quarto paese al mondo per l'estensione delle sue foreste tropicali, ma le sue esportazioni sono solo 120 milioni di dollari l'anno, molto più bassi di quelli dei paesi vicini. Allo stesso tempo, il Dr. Chàvez ha fatto riferimento all'urgenza di azioni per superare il deterioramento dell'economia di Loretana da un piano di sviluppo contenente azioni per rafforzare la competitività regionale e la diversificazione produttiva.

Successivamente, l'ex governatore regionale di Ica (2015-2018), Fernando Cill-niz Benavides, ha dettagliato la gestazione del boom dell'agro-esportazione nella sua regione e ha sottolineato il ruolo degli investimenti privati con denaro nazionale del 95%. Ha sottolineato che mentre la costa peruviana vende il suo clima arido e anti-stagione con i mercati nell'emisfero settentrionale, Loreto deve offrire la sua tropicalità e le sue foreste. Ha calcolato in 160.000 ettari – a livello nazionale – che hanno permesso la spinta delle spedizioni di frutta e verdura all'estero.

L'autore di questo articolo ha anche partecipato a fornire esperienze su come sviluppare un cluster gastronomico per Loreto di ciò che tratteremo in un altro momento.

L'evento ha chiuso la presentazione del presidente di COFIDE, Carlos Linares Pealoza, con il tema "Finanziamento dello sviluppo di Loreto: Politiche e meccanismi di COFIDE", punteggiando i prodotti offerti dalla Financial Development Corporation alla comunità Affari di Loretana.

Alcune riflessioni

Questo importante evento nella capitale dell'Amazzonia peruviana ti permette di raffreddare alcune idee e proposte:

1.- È essenziale disporre di conoscenze esperte nelle regioni per realizzare progetti di alto contenuto tecnologico e competenze sul campo.

2.- Senza imprenditori e imprenditori che completano tecnologi, comunicatori, finanziatori e accademici, lo sviluppo produttivo e il progresso sociale non sono possibili.

3.- La partecipazione dei governi regionali e locali è vitale come facilitatori di processi che richiedono beni e servizi pubblici per la loro realizzazione e consolidamento.

4.- Il mondo di oggi è fatto di reti e alleanze; questo è molto più applicabile in ambienti fisicamente remoti (o soggetti a isolamento) come Iquitos.

5.- Per la ricchezza della diversità biologica avete bisogno di team multidisciplinari che uniscano scienza e competenze di business come quelle menzionate in questa sintesi.

Citando la rivista Equiter[i]ra di RIMISP, le dinamiche territoriali sono il risultato di fattori – oltre alla dotazione naturale – come i legami della regione con i mercati dinamici, l'economia diversificata, l'esistenza e la connessione con le città intermedie beni e servizi pubblici disponibili e accordi sociali o priorità che sostengono il clima per investimenti sostenibili.

In conclusione, vale la pena sottolineare il ruolo di Lorente Reforest nella proiezione economica e gli impatti ambientali favorevoli della sua iniziativa e del suo lavoro sul campo, che permetteranno alla più grande regione del territorio nazionale di acquisire un'attività produttiva generatrice ricchezza e occupazione massiccia.

fonte:
http://haciendofuturos.blogspot.com/…/loreto-busca-un-nuevo…

Sacco di Lorente Reforest